Parco della Vettabbia|il giardino dei frutti antichi

Tra via Sant’Arialdo e la cascina San Bernardo è stato creato un "giardino dei frutti antichi" con oltre 300 alberi di varietà non più impiegate nella produzione agricola corrente.

  • Altri Luoghi
Giardino Frutti Antichi

Tra via Sant’Arialdo e la cascina San Bernardo, ridestinata a luogo di formazione per avvicinare alla vita agricola ragazzi ma non solo, è stato creato un "giardino dei frutti antichi" con oltre 300 alberi di varietà non più impiegate nella produzione agricola corrente.

A comporre il frutteto:

  • meli (Malus domestica) nelle varietà ‘Golden Delicious’, ‘Granny Smith’, ‘Imperatore’, ‘Limoncella’, ‘Regina delle Renette', ‘Renetta bianca’, ‘Royal Gala’,  ‘Stark’, ‘Top Red’ e ‘Verde doncella’;
  • ciliegi (Prunus spp.) nelle varietà: ‘Bella di Pistoia’, ‘Bing', ‘Blanquilla’, ‘Burlat’, ‘Durone di Cesena’, ‘Ferrovia’, ‘Van’;
  • peri (Pyrus communis) nelle varietà ‘Abate’, ‘Butirra Morettini’, ‘Castel’, ‘Coscia', ‘Santa Maria’, ‘Spadona’ e ‘Tendral'.

(Testo Maddalena Tommasone | ambiente@nocetum.it)